STORIA VERA DI UN OPERAIO DI BRESCIA – SOSPESA VENDITA ALL’ASTA DELLA CASA


Storia vera di un OPERAIO DI BRESCIA - SOSPESA VENDITA DELLA CASA ALL' ASTA

TRIBUNALE DI BRESCIA

Provvedimento Giudice  dott. Gianni Sabadini

PIANO DEL CONSUMATORE LEGGE N. 3/2012 

SOSPESA VENDITA ALL’ASTA DELLA CASA DI ABITAZIONE 

LA STORIA

Il Sig. Fabrizio ha iniziato a lavorare – subito dopo il diploma – come operaio in una azienda tessile.
Dopo essersi sposato e aver avuto un figlio, decide di stipulare il mutuo per acquisto prima casa.
Al momento della stipula del mutuo anche la moglie aveva un contratto part-time a tempo indeterminato come cassiera in un supermercato della zona. 
Dopo alcuni anni la moglie veniva licenziata a causa della crisi. Per far fronte alle rate del mutuo e alle spese correnti della famiglia, il signor Fabrizio decideva di avvalersi, dapprima della cessione del quinto dello stipendio, e successivamente di un piccolo finanziamento.
La situazione precipitava quando il Signor Fabrizio veniva messo in Cassa Integrazione. Da quel momento la famiglia non riusciva più a pagare le rate del mutuo e del prestito.
La banca, dopo un anno dal mancato pagamento delle rate del mutuo, risolveva il contratto di mutuo e avviava la procedura esecutiva per la vendita all’asta della casa dove il signor Fabrizio risiedeva con la moglie e il figlio.  La casa veniva messa all’asta per un importo di poco superiore ai 100 mila euro. 
 

LA SITUAZIONE DEBITORIA E I MOTIVI DEL SOVRAINDEBITAMENTO

Il debito complessivo maturato è pari ad euro 210.000,00. Il debito si riferisce al mutuo prima casa, cessione del quinto e prestito. I debiti sono stati contratti per ragioni relative al mantenimento della famiglia. Il signor Fabrizio si è indebitato a causa della perdita di lavoro della moglie e la successiva Cassa integrazione subita. Questi avvenimenti non hanno consentito al signor XXX di far fronte ai debiti contratti.
 

EFFETTO DELLA LEGGE 3 DEL 2012: SOSPENSIONE CASA ALL’ASTA

Dunque a fronte di un’esposizione debitoria complessiva pari circa ad euro 210.000, 00 il sig. Fabrizio,  grazie al procedimento di composizione della crisi il signor Fabrizio ottiene la sospensione della vendita all’asta dell’immobile di proprietà con cui vive con la propria famiglia.
 

RIPRODUZIONE RISERVATA

Causa istruita e seguita dall’avvocato Letterio Stracuzzi

Ti trovi nella stessa situazione di Fabrizio? Vuoi accedere alla legge 3/2012?

Noi possiamo aiutarti. Chiamaci oppure ti contattiamo noi.

Prestiamo soccorso alle persone bisognose

con l'obiettivo di ripristinare l'uguaglianza sociale.